Perdita di peso chimica del corpo

perdita di peso chimica del corpo

Metabolismo: tutto quello che c’è da sapere e le dritte per riattivarlo

Come dimagrire. Sicuramente controllare la propria assunzione in termini di macronutrienti stiamo parlando di proteine, carboidrati e grassi è un passaggio utile e spesso prezioso per migliorare il proprio stato nutrizionale generale ed assicurare il buon funzionamento del corpo, sia nei periodi di normale alimentazione che nei periodi di restrizione calorica, quando a maggior ragione potrà essere utile valutare la qualità e la funzione del cibo che scegliamo di introdurre nella nostra dieta quotidiana, anche perché stiamo mangiando meno e siamo quindi più sensibili alle eventuali carenze.

Proteine, carboidrati e grassi sono costituiti tutti da molecole che legano tra loro atomi di carbonio, idrogeno e ossigeno. Per tutelare maggiormente la massa muscolare viene talvolta consigliato un quantitativo leggermente superiore, fino a 1,5 grammi per chilo di peso corporeo, soprattutto se la dieta è accompagnata da attività sportiva di qualsiasi tipo, sia esso esercizio aerobico o anaerobico.

perdita di peso chimica del corpo perdita di peso dopo l ostruzione dell intestino tenue

Se escludiamo quindi anche micronutrienti e minerali, che ovviamente sono centrali nel mantenimento di una buona salute e che vanno pertanto assunti sia perdita di peso chimica del corpo il cibo che con un eventuale integratore vitaminico-mineralealmeno in caso di dieta stretta, il resto del cibo è per noi fonte di acqua e carbonio.

Anche le proteine in eccesso possono infatti essere utilizzate dal nostro corpo per scopi energetici; ma naturalmente carboidrati e grassi saranno la fonte privilegiata perdita di peso chimica del corpo alimentare il bilancio energetico giornaliero. I lipidi sono una fonte di carbonio particolarmente densa, almeno a confronto con i carboidrati.

perdita di peso chimica del corpo tè dimagrante el dong

Tutto il resto è abbastanza secondario ai fini del dimagrimento. Una molecola di grasso umano è costituita da 55 atomi di carbonio, atomi di idrogeno e 6 atomi di ossigeno. Stiamo parlando di puro grasso umano; in realtà nel nostro organismo il grasso è sempre parzialmente idratato.

Ma come vedremo a breve esistono motivi ben precisi per cui la percentuale acquosa del nostro grasso corporeo possa crescere o diminuire, a seconda del nostro attuale stato metabolico e dietetico. Ma prendiamo in considerazione solo la singola molecola di grasso, perchè naturalmente la ritenzione idrica — oltre ad essere biologicamente determinata dal nostro regime dietetico — non incide realmente sulla nostra composizione corporea, o almeno non sul lungo periodo.

perdita di peso chimica del corpo dr kent arlington perdita di peso

Se oggi abbiamo un problema di ritenzione idrica potremmo serenamente risolverlo e trovarci in ogni caso più leggeri e meno gonfi, ma questo ovviamente non ha nulla a che fare con il bilancio energetico e con il grasso corporeose non marginalmente mi riferisco al fenomeno del cosiddetto effetto whooshing del grasso.

Ma contemporaneamente espiriamo anidride carbonica, ovvero CO2. Ecco come facciamo a liberarci del carbonio dopo averlo usato come fonte energetica, lo eliminiamo fuori dal nostro corpo sotto forma di gas.

In altre parole è verissimo che ogni corpo consuma ogni giorno un ampio numero di calorie semplicemente per alimentarsi, ovvero scaldarsi e sopravvivere.

Cardiofrequenzimetro e monitoraggio del sonno 24 ore su 24, 7 giorni su 7: monitora automaticamente In una dieta corretta, questo totale deve sempre essere uguale o, se vuoi dimagrire, superiore al fabbisogno calorico introdotto con il cibo. La soluzione che trovi più spesso è quella di diminuire tanto le calorie. Una scelta che in realtà non fa che rallentare o addirittura bloccare il dimagrimento, perché il tuo organismo si mette sulla difensiva. Se ti nutri poco, non ti puoi permettere di consumare le tue riserve di energia e quindi il tuo metabolismo rallenta.

Ma è anche vero che ciascuno di noi ogni giorno continua ad alimentarsi anche grazie al cibo che assumiamo, molto spesso riportando in positivo il bilancio del carbonio su base giornaliera o comunque periodica. Eat less, Move more Mangia di meno e muoviti di più, questo è il mantra che naturalmente viene utilizzato per semplificare questo ragionamento sul bilancio energetico quotidiano.

perdita di peso chimica del corpo perdita di peso di travis martin

In questo senso la stima del nostro attuale bilancio energetico è — e rimane — operazione complicatissima, al di fuori dei facili esempi che è possibile trovare sui siti e nei libri sulle diete in tutto il mondo. Dimagrire in questo senso è un processo inevitabile. Consumiamo carbonio per ogni respiro, in fondo.

Speciale dimagrimento

Ovviamente se il bilancio giornaliero di carbonio sarà in deficit avremo certamente una perdita di massa grassa e di peso.

Mentre al contrario, se il carbonio sarà in surplus, non potremo fare a meno di ingrassare.

perdita di peso chimica del corpo come far perdere peso al tuo gattino

Tutto il resto, anche se importante ed utile per mantenere la salute ed assicurare diete bilanciate ed adeguate, è davvero secondario se parliamo di dimagrimento e di perdita di peso. Articoli correlati.

Informazioni importanti