Perdita di peso nella febbre virale

Febbre di Marburg - EpiCentro - Istituto Superiore di Sanità

In entrambi i casi si tratta di agenti patogeni estremamente aggressivi che danno luogo a una malattia dalle conseguenze drammatiche e con un alto tasso di fatalità.

Ne esistono centinaia, quelli elencati sono soltanto alcuni esempi di reazioni infiammatorie che possono avvenire nel nostro organismo. Un altro elemento che unifica tutti i tipi di infiammazione, nonostante la varietà di sintomi e localizzazioni, è il meccanismo di base del processo infiammatorio. Per questo motivo, si tratta di un segnale da non sottovalutare e da curare, almeno in parte.

Se da un punto di vista virologico Marburg e Ebola sono distinti, molto più complesso è operare una distinzione dal punto di vista clinico, perché i sintomi e il decorso della malattia sono molto simili. Il virus di Marburg fu descritto la prima volta nel perdita di peso nella febbre virale, in occasione di una epidemia a Francoforte, in Germania, e a Belgrado, nella ex Yugoslavia. Ci furono 25 infezioni primarie con 7 morti.

Come capire che un gatto sta per morire – 5 sintomi evidenti

Il virus riapparve poi nel in Sudafrica, nel e nel in Kenya, con pochissimi casi subito isolati. Epidemie più violente si sono registrate invece tra il e il nella Repubblica democratica del Congo e nel in Angola, con più di un centinaio di morti.

Sintomi e trasmissione La malattia si manifesta in modo improvviso e rapido con forte mal di testa, dolori muscolari e un acuto stato di malessere.

perdita di peso nella febbre virale culpeper di perdita di peso va

Il primo giorno compare una febbre alta e il malato va incontro a una rapida debilitazione. In molti casi, tra il quinto e il settimo giorno, il malato ha delle emorragie da diverse parti del corpo, che spesso portano a morte. In tutto questo periodo il paziente mantiene una elevata temperatura, il virus attacca anche gli organi interni e il sistema nervoso causando stato di confusione, irritabilità, aggressività, perdita di peso, stati di delirio, shock, insufficienza epatica.

perdita di peso nella febbre virale come perdere peso durante il cipralex

Non sembra invece essere molto efficace la trasmissione via aerosol. Tuttavia, gli studi svolti fino ad oggi non hanno permesso di identificare quale animale sia serbatoio naturale della malattia, nonostante siano stati analizzati più di vertebrati e oltre 30mila artropodi.

perdita di peso nella febbre virale miglior integratore bruciagrassi otc

Il virus non si trasmette durante il periodo di incubazione, che dura da 3 a 9 giorni. Il momento in cui il paziente è più contagioso è invece quello della fase acuta della malattia, soprattutto durante le manifestazioni emorragiche. Il contagio è favorito in tutte le situazioni di condizioni sanitarie precarie, come frequentemente è il caso nei Paesi a basso reddito, e dove le persone sono a contatto diretto con il malato e con superfici e materiali infetti.

Non esiste un vaccino contro la febbre emorragica di Marburg, né alcun trattamento efficace contro la malattia.

Molti tumori infatti presentano come primo sintomo la comparsa di febbre alta.

Informazioni importanti