Spot target perdita di grasso, Il dimagrimento localizzato, falso mito o realtà?

I migliori esercizi per mirare e perdere grasso ventre - Fitness - 2021

Pixabay Il momento fatidico della prova costume è arrivato. Allo stato attuale della ricerca scientifica, il dimagrimento localizzato sta trovando sempre maggiore riscontro; in realtà molti sportivi, soprattutto quelli del mondo del fitness e del bodybuilding, da lungo tempo hanno sperimentato in prima persona questo fenomeno.

Per molte persone, questa è l'area che portano il loro peso in eccesso, ed è esattamente dove vogliono perderlo quando stabiliscono obiettivi di perdita di peso. Ma ovviamente è anche molto difficile da perdere. Ci sono due tipi di grasso che si accumulano intorno alla tua pancia: grasso sottocutaneo e grasso viscerale. In particolare, è stato collegato a malattie cardiache, diabete di tipo 2 e persino morte prematura e alcuni tipi di cancro.

È stato ormai dimostrato che il grasso non è un tessuto inerte, ma secerne spot target perdita di grasso ed è in diretta comunicazione con il muscolo sottostante. Per fare questo occorre attivare il metabolismo aerobico, che appunto consuma grassi per fornire energia al corpo. Ecco quindi il concetto chiave del dimagrimento localizzato: allenare maggiormente la zona interessata con esercitazioni blande e prolungate.

spot target perdita di grasso perdita di peso dopo aver interrotto il fieno greco

In caso infatti di sforzi strenui e piuttosto brevi massimo 45 secondiil corpo produce acido lattico che provoca nel corpo una condizione di acidosi; tutto questo favorisce un ristagno venoso con possibile rallentamento circolatorio che alla fine si traduce in un accumulo di scorie nella zona interessata.

Inoltre, gli sforzi brevi e strenui non attivano il metabolismo aerobico ma quello anaerobico, che consuma zuccheri a scopo energetico.

Il dimagrimento localizzato, falso mito o realtà?

A dirla tutta, è anche vero che il meccanismo anaerobico induce un aumento della produzione di ormone della crescita, che aiuta a bruciare i grassi, ma la sua azione è sistemica e non localizzata. Per cui è importante attivare il metabolismo aerobico.

Ed ecco che si arriva a un altro concetto fondamentale del dimagrimento localizzato: stimolare la circolazione sanguigna per evitare ristagni di acido lattico.

spot target perdita di grasso fmla perdita di peso

Per questo motivo, il circuito rappresenta un ottimo sistema di allenamento nel dimagrimento localizzato. Nei circuiti proposti si eseguono molte ripetizioni; questo perché se si esegue una ripetizione in quattro secondi, il lavoro di una serie da 15 ripetizioni dura un minuto, che è il tempo minimo per cominciare ad attivare il metabolismo aerobico e utilizzare quindi i grassi a scopo energetico.

Spesso le persone hanno due gruppi muscolari di cui non sono soddisfatte e allenarli assieme consente di risparmiare tempo. Per fare questo la soluzione è semplice: alternare le due aree target nel circuito.

I migliori esercizi per mirare e perdere grasso ventre - Fitness - 2021

Nel caso degli addominali vanno invece molto bene tutti i tipi di crunch e sit-up, che sono invece esercizi monoarticolari. Inoltre, sempre per evitare la noia, nel corso delle settimane si possono sostituire gli esercizi con altri o con delle sue varianti: per esempio nella settimana 1 si eseguono squat, affondi e slanci, nella settimana 2 slanci carponi, sollevamento del bacino e squat sumo, eccetera.

Insomma, la scelta degli esercizi è una questione facile da risolvere; è sufficiente cercarli su internet ed eventualmente variarli in base alle proprie preferenze. Tutto questo indipendentemente dalla tipologia di esercizi corpo libero, pesi o bande elastiche. Un buon consiglio quando si parla di circuiti per il dimagrimento localizzato è di stabilire possibilmente una frequenza giornaliera poiché un giorno di recupero è più che sufficiente quando si tratta di fare del lavoro blando e poco intenso.

L’allenamento ottimale per il dimagrimento localizzato

Inoltre, allenarsi ogni giorno costituisce una buona scelta per creare una nuova abitudine. Comunque, non esiste alcun obbligo di dover recuperare la sessione saltata e questo è vero soprattutto nel caso di lavori a frequenza elevata, dove appunto la perdita di una sessione di allenamento incide meno sul carico di lavoro settimanale.

In seguito, si potrà aumentare ulteriormente il carico di lavoro aggiungendo gradualmente del peso agli esercizi o incrementando la resistenza se si utilizzano bande elastiche oppure scegliendo esercizi più difficili se si fa il corpo libero.

Un altro metodo per aumentare la quantità di lavoro è di aumentare le ripetizioni per ogni esercizio mantenendo il peso se è a corpo libero ovviamente non si aggiunge il peso ; in altre parole si aumentano la durata di una serie; oppure si possono aumentare il numero delle serie del circuito, aumentando quindi il lavoro totale.

Dimagrimento localizzato vale solo per gli arti?

Infine un altro metodo è di aumentare la tensione percepita a livello muscolare, mantenendo costante spot target perdita di grasso peso, le serie e le ripetizioni. Ad esempio, nel caso dello squat con peso, se con 40 chili si possono eseguire 15 ripetizioni allo spasimo, è meglio scalare il peso per evitare la sensazione di bruciore muscolare e lavorare sempre su 15 ripetizioni. In altre parole, il livello di fatica percepita in una serie di allenamento, determinata da quanto una persona si allena vicino al cedimento muscolare, dovrà essere bassa.

spot target perdita di grasso dare alla nascita la perdita di peso

A ogni modo è importante sottolineare che i migliori risultati si ottengono nel tempo e per fare questo occorre dare la priorità a tutto quello che rende sostenibile uno stimolo allenante: continuità e gradualità sono le parole chiave.

Il carico di lavoro — variabile che dipende da frequenza, intensità e volume — alla lunga deve aumentare, ma occorre sempre farlo gradualmente.

spot target perdita di grasso dimagrante mlite

Se per esempio si stabilisce di allenarsi a circuito con una frequenza di tre volte alla settimana, va benissimo; ma una volta stabilita la frequenza, dovrebbe essere mantenuta nel tempo, ecco il concetto della continuità.

Informazioni importanti