La perdita di peso della natura

Perdita di peso - Cause e Sintomi

Metabolismo rallentato La ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica Plos Medicine.

la perdita di peso della natura

Lo studio ha preso in analisi i dati di persone in sovrappeso e obese che avevano seguito una dieta nei sei mesi precedenti. Le persone che avevano perso in media 6,4 chilogrammi nel periodo precedente avevano poi recuperato quasi la metà dei chili nei 18 mesi successivi. A stupire è il fatto che coloro i quali mostravano maggiori livelli ematici di PFAS erano anche quelli che erano ingrassati di più; gli effetti, inoltre, avevano colpito di più le donne: quelle con maggiori livelli di PFAS erano ingrassate in media di 2 chili.

la perdita di peso della natura

Inoltre, la più alta concertazione di questi composti è ritenuta essere responsabile del rallentamento del metabolismo. La loro particolare struttura chimica li rende particolarmente resistenti ai principali processi di degradazione. I PFAS sono impiegati nel rivestimento delle pentole antiaderenti, ma si trovano anche in alcuni cibi confezionati e persino nei tessuti utilizzati per la produzione di abbigliamento tecnico per via delle loro proprietà oleo e idrorepellenti.

la perdita di peso della natura

Informazioni importanti